Prima del fuoco Pompei, storie di ogni giorno

12,00 €
Disponibile

Autrice: Mary Beard

Traduzione di T. Casini

Pagine: 428

Editore: Laterza

illustrato.

ESAURITO

Details

Una brillante dimostrazione che l'erudizione può essere un'avventura emozionante. Un libro colto e appassionante.

Tom Holland, "The Guardian"

Per Mary Beard la cultura è un abito da indossare con leggerezza. In questo libro ha superato se stessa.
Andrew Holgate, "The Sunday Times"

La storia di Pompei è più complicata e intrigante di quella che crediamo di sapere. Pompei non è una città romana semplicemente congelata dalla colata lavica.
A raccontarci quei giorni e la storia di una città piena di vita è Mary Beard, tra le più originali e note studiose dell'antichità classica.

Che città fu Pompei? Che cosa ci dice oggi riguardo alla sua vita, dal sesso alla politica, dal cibo alla religione, dalla schiavitù alla sua cultura? Un gran numero di miti sono crollati: la vera data dell'eruzione, avvenuta probabilmente alcuni mesi dopo quella generalmente considerata; o il leggendario numero di postriboli, che probabilmente era uno solo; come l'alto numero dei morti, forse meno del 10 per cento della popolazione. In ogni angolo troviamo prove illuminanti di quanto Pompei fosse una città multiculturale, vivacissima e ben organizzata: il sistema stradale a senso unico svelato dai solchi del selciato, i vasi di colore abbandonati dai decoratori, le 153 tavolette di cera che testimoniano le registrazioni finanziarie di un banchiere e banditore di aste locale; una statuetta d'avorio di una divinità indiana; un tavolo che appartenne a uno degli assassini di Cesare.

Distrutta e messa sottosopra, evacuata e depredata, Pompei serba i segni (e le cicatrici) di storie d'ogni genere, che sono alla base di quello che potremmo chiamare 'il paradosso di Pompei': ovvero che della vita antica che vi si svolgeva sappiamo contemporaneamente molto più e molto meno di ciò che crediamo. È questa la materia dello straordinario racconto di Mary Beard.

Prima del fuoco è la brillante dimostrazione che l'erudizione può essere un'avventura emozionante, da leggere tutta d'un fiato.

Indice:

Introduzione

  • Vita interrotta, p. 5
  • - Una città distrutta, p. 14 
  • - Le duevite di Pompei, p. 24 
  • - La città delle sorprese, p. 31

I. La vita cittadina nell’antichità 

  • Visioni del passato, p. 33 - 
  • Prima di Roma, p. 38 - 
  • Diventare romani, p. 46 - 
  • Pompei nel mondo romano, p. 52

II. Vita di strada 

  • Sotto i nostri passi, p. 65 -
  •  A che cosa servivano le strade?,p. 67 - 
  • Viali e vicoli, p. 70 - 
  • Aspetti del sistemaidraulico,p. 77 - 
  • Strade a senso unico, p. 80 - 
  • Marciapiedi pubblici e privati, p. 85 - 
  • La gente per strada, p.88- 
  • La città che non dorme mai, p. 95

III. Casa e dimora 

  • La Casa del Poeta Tragico, p. 99 - 
  • L’arte della ristrutturazione,p. 108 - 
  • Su e giù per le scale, p. 118 -
  •  Case inmostra,p. 122 - 
  • Case per ricchi e case per poveri: non la«casa pompeiana», p. 127 - 
  • Nomi e indirizzi, p. 138 - 79 d.C.: tutto cambia, p. 142

IV. Dipingere e decorare 

  • Attenzione: pittori all’opera, p. 144 - 
  • Colori pompeiani,p. 151 - 
  • Destinazioni varie, p. 160 - 
  • I miti arredano unastanza, p. 168 - 
  • Camera con vista?, p. 178

V. Guadagnarsi da vivere: un fornaio, un banchiere e un produttore di «garum»

  • Margini di guadagno, p. 181 -
  •  Economia romana, p. 182-
  •  Vita agricola e prodotti agricoli, p. 184 - 
  • Commerci cittadini, p. 193 -
  • Un fornaio, p. 201 - 
  • Un banchiere, p.209 - 
  • Un fabbricante di «garum», p. 219 

VI. Chi governava la città? 

  • Vota, vota, vota, p. 222 -
  • Il peso delle cariche?, p. 231 -
  •  Il volto del successo, p. 241 - 
  • Al di là dell’élite maschile?,p. 249

VII. I piaceri del corpo: il cibo, il vino, il sesso e le terme 

  • Moscardini per antipasto?, p. 256 - 
  • Sei ciò che mangi,p. 258 - 
  • Una società bottegaia, p. 267 - 
  • Una visita allupanare, p. 277 - 
  • Un buon bagno, p. 286

VIII. Giochi e divertimenti 

  • Il lancio dei dadi, p. 298 - 
  • Compagnie teatrali?, p. 300 -
  • Giochi sanguinari, p. 308 -
  •  I rubacuori, p. 319

IX. Una città piena di dèi

  • Gli altri abitanti della città, p. 328 - 
  • Una religione senza testo sacro, p. 331 - 
  • I templi cittadini, p. 334 - 
  • Celebrazioni sacre: in pubblico e in privato, p. 344 - 
  • Politica e religione:imperatori, ausiliari e sacerdoti, p. 354 - 
  • La potente Iside, p. 357

 Epilogo. La città dei morti

  • Ceneri alle ceneri, p. 366 - 
  • Discussioni d’oltretomba,p. 369 

Una visita alla città 

Letture consigliate 

Ringraziamenti 

Fonti e crediti delle illustrazioni 

Elenco delle figure 

Indice analitico 

Questions